Bruna, storie di vigne nascoste nel bosco

Vitigno bandiera del Ponente ligure, il Pigato è una mutazione genetica del Vermentino. Ma mentre quest'ultimo ama crescere vicino al mare, e nei secoli ha trovato fortuna su varie sponde del Mediterraneo, il suo fratello Pigato ha un'indole più ritrosa e territoriale; è rimasto legato all'entroterra ligure, per certi aspetti aspro e inospitale... “La terra … Continua a leggere Bruna, storie di vigne nascoste nel bosco

Burja, forza della natura

Burja è il nome sloveno della Bora, che qui soffia gelida e impetuosa. Chi è cresciuto sotto quel vento sa che le forze della natura vanno rispettate e assecondate: è questa l'idea che guida Mateja e Primož Lavrenčič nel creare i loro vini. Così ad esempio le fermentazioni avvengono spontaneamente: "Controllo la temperatura e l'ossidazione, … Continua a leggere Burja, forza della natura

Terlano, o dell’incredibile longevità del Pinot Bianco

Terlano è un mosaico di piccole vigne che, dal paesino sulle rive dell'Adige, si arrampicano sui monti verso le cime innevate, fin quasi al cielo. Una varietà di esposizioni, con escursioni termiche talora estreme, che si riflette nel vivido e variopinto bouquet dei suoi vini. Terlano è una zolla di terra vulcanica, un mucchio di … Continua a leggere Terlano, o dell’incredibile longevità del Pinot Bianco

Metodo Classico, vitigno autoctono

In principio era lo Champagne. Poi vennero i primi spumanti Metodo Classico italiani, Trento e Franciacorta, che a quel modello non potevano non guardare, anche nella scelta dell'uvaggio: Chardonnay e Pinot nero (e magari Pinot Bianco, al posto del Pinot Meunier d'Oltralpe). Ma la ricchezza della viticoltura italiana e' anche nella sua straordinaria varieta' ampelografica: … Continua a leggere Metodo Classico, vitigno autoctono

Vigna d’Alfiero, o della lunga giovinezza d’un Nobile d’altri tempi

E' con una certa trepidazione che apriamo questa bottiglia del 1999: un Nobile di Montepulciano "Vigna d'Alfiero" (Valdipiatta). Ma lo spettacolo che appare ai nostri occhi subito ci rassicura: un colore granato ancora ricco di riflessi rubino, intenso e vivace. La limpidezza, assoluta nei primi bicchieri, tenderà naturalmente a perdersi man mano che scendiamo nelle … Continua a leggere Vigna d’Alfiero, o della lunga giovinezza d’un Nobile d’altri tempi

Aleks Klinec, vignaiolo territoriale e globale

La cantina di un vignaiolo è un po' come la biblioteca di uno scrittore: chi ha la fortuna di sbirciarci dentro può immaginare a cosa si ispiri, a chi si confronti quando crea i suoi capolavori. La cantina di Aleks Klinec è colta e internazionale; guarda all'Italia e alla Francia, ma anche a una Georgia … Continua a leggere Aleks Klinec, vignaiolo territoriale e globale

Bordeaux, riva destra (seconda parte)

Chateau Bel-air Poco conosciuta in Italia, l'appellation Blaye si trova più a Nord di Saint-Emilion, a qualche colpo di remo dai suoi più illustri vicini della riva opposta, Margaux e Pauillac. Corinne Chevrier Loriaud, vignaiola grintosa e originale, lo realizza con un terzo di malbec (un tempo assai più diffuso nel bordolese) da vecchie vigne, … Continua a leggere Bordeaux, riva destra (seconda parte)